Apple affonda in borsa con circa il 10% in negativo, parliamo di una perdita pari a 450 miliardi andati letteralmente in fumo.

Non accadeva da almeno 15 anni un crollo così ingente all’interno della grande mela, gli stessi azionisti ora si ritrovano con un pugno di mosche nel portafogli.

Da cosa è dovuto tutto ciò? Il dragone rosso della Cina colpisce più che mai, rendendo difficili i canali di vendita. Come affermato dai dirigenti Apple, questo è dovuto ad una perdita di una fetta del mercato imponente come la Cina e l’insuccesso del nuovo iPhone XR.

Essendo l’ultimo dispositivo di casa Apple, dovrebbe portare molte novità per battere la concorrenza Cinese e non. Ma quest’ultimo arrivo non offre chissà quali grandi innovazioni nel campo digitale e tecnologico in rapporto al suo prezzo: attorno ai 1000$. Decisamente troppo alto per ciò che offre.

Il target dei clienti ovviamente è sempre lo stesso, utenti Apple che usano Apple. Non si riesce ad attirare a sé potenziali clienti data la concorrenza sul mercato di altre aziende quali Samsung, OnePlus, Xiaomi e Huwawei.

Da notare anche il rallentamento dei dispositivi di casa Apple la quale è stata denunciata dall’AntiTrust per Obsolescenza Programmata.

La celebre banca mondiale la Goldman Sachs, ha dichiarato come Apple sia simile a Nokia, come anche Cupertino (Città Californiana, sede principale della Apple Inc.) si stia limitando nel puntare su ricerca e sviluppo.

Ora, siamo tutti con gli occhi puntati su cosa accadrà alla multinazionale Americana, quali saranno le strategie che attuerà ed il suo futuro.

[ seed_bypass_form]