Dopo lo straordinario successo della scorsa edizione, il festival che ormai da sei edizioni si è progressivamente imposto come uno degli appuntamenti musicali più attesi dell’estate murgiana, è pronto a stupire ancora.

L’obiettivo dell’Earthbeat è sempre lo stesso: coniugare atmosfere, luoghi, sensazioni e talenti del territorio murgiano e rivestirli di una dimensione internazionale, grazie agli artisti provenienti dal resto della Penisola e non solo.

Le azioni e le scelte dei founder, impegnati anche quest’anno nella realizzazione di un festival che ha saputo crescere ed evolversi continuando tuttavia a perpetuare una forte simbiosi con il territorio, restano comunque improntate alla valorizzazione delle potenzialità troppo spesso sommerse dei tanti artisti locali, continuando ad offrire loro una importante vetrina, nel pieno rispetto dei luoghi prescelti per lo svolgimento delle varie attività.

Pur permanendo nel solco di una tradizione ormai consolidata, l’Earthbeat ha deciso di regalare al suo popolo alcune importanti novità, a partire dalle date.

Gli appuntamenti della sesta edizione del festival saranno infatti quattro, con due nuove date fissate per il 30/06 e il 01/09, collocate agli antipodi della bella stagione e astrattamente ideate per fungere da apertura e chiusura della stessa, completate dalle ormai classiche serate di mezza estate, previste quest’anno per il 25/07 e 26/07.

Le nuove date del festival saranno connotate da un format del tutto innovativo. L’Earthbeat Moorgia Sunset, infatti, si articolerà in due eventi a numero limitato che avranno luogo in location segrete immerse nella murgia e che saranno svelate soltanto a coloro che riusciranno ad accaparrarsi il bracciale per accedervi.

L’idea è quella di corredare i canonici appuntamenti di luglio con due giornate  in cui l’uomo, la terra e i suoi prodotti e la musica troverrano il proprio equilibrio in una dimensione più intima: una nuova sperimentazione in pieno stile Earthbeat attraverso la quale vivere le vibrazioni del festival in una prospettiva più slow e in piena armonia con la natura.

Le date di apertura e di chiusura avranno il proprio start alle 17.30 e la musica accompagnerà gli abitanti della murgia fino a notte, con le luci del tramonto che cederanno il passo al chiarore delle stelle in un’atmosfera insolita. Nel corso di questi eventi, inoltre, sarà possibile degustare prodotti tipici del territorio e sorseggiare drink innovativi, creati con ingredienti premium a km 0.

Durante l’Earthbeat Moorgia Sunset si esibiranno Dj’s che si sono imposti nella scena house ed elettronica: il 30 giugno toccherà a Hiver, Innocent Soul, Moderate Kingdom e Renato Indrio rendere indimendicabile la data di apertura, mentre il primo settembre sarà la volta di Andrea Fiorito, Antonio Susca, Claudio Viti e Donald Funk animare un evento in cui grandi protagonisti saranno i vinili.

Nell’edizione del 2019, accanto a quanto appena descritto, l’Earthbeat, complice il grande successo ottenuto nell’appuntamento dell’anno scorso, riproporrà la serata, completamente gratuita, presso il Gal – Terre di Murgia (ex Monastero del Soccorso, p.zza Resistenza 5, Altamura), prevista per il 25 luglio mentre la seconda, prevista per il successivo 26 luglio, avrà come palcoscenico, ancora una volta, la splendida Masseria Monache Grandi.

Nel corso della prima serata si esibiranno alcuni alcuni tra gli artisti più in vista della scena musicale locale e non solo; all’interno dell’ex Monastero del soccorso, già teatro dell’ultimo evento Climax (sempre targato Earthbeat), troveranno spazio i Fresh and Synthomatics accompagnati dal rapper Tenko, la band Kamo e il dj milanese Dischi Volandi, portatori di sonorità differenti e rappresentativi di diversi generi ed esperienze musicali, pronti a far vibrare il cuore pulsante della città di Altamura.

La serata cittadina sarà poi il preludio per l’evento di punta, presso la Masseria Monache Grandi, che si presenterà in una veste del tutto nuova, a seguito di un’importante opera di restyling.

Ancora una volta, come da tradizione Earthbeat, accanto ai due palchi (elettronico e reggaetton) che ospiteranno i dj’s e i live performer, la Masseria ospiterà l’incontro e la fusione tra diverse espressioni artistiche che si alterneranno negli ulteriori spazi a loro dedicati, arricchiti per questa edizione da nuove zone food e relax.

Sul palco dedicato alla musica elettronica si esibiranno dj’s di caratura internazionale: è già forte l’attesa per il live dei Pongo, due fratelli che si sono imposti come la nuova frontiera del live set elettronico mentre l’esibizione di Indian Wells, che solo nell’ultimo anno ha aperto diverse date del tour di Jon Hopkins, regalerà al popolo dell’Earthbeat un viaggio sensoriale in luoghi mai visti, attraverso una spettacolare esperienza audiovisiva.

Nella lunghissima notte della Masseria troverà inoltre spazio l’extended set di Z.i.p.p.o, giovanissimo e talentuoso dj che ha calcato i palchi di club leggendari, quali il Berghain e il Tresor di Berlino, l’esibizione degli Inni e il live set di Ego mentre la chiusura sarà affidata a Giacomo Denora.

Sul palco reggaetton, invece, si esibiranno Moskino, resident del pary Hasta el Amanecer, oltre che Big Fab e Slyma.

Una selezione di artisti che non lascerà delusi neppure i palati musicali più esigenti, racchiusa in quattro date imperdibili che, quest’anno, si svolgeranno con un’attenzione particolare per il rispetto del territorio e con un format intermente votato alla tutela della natura.

Non è casuale, infatti, la scelta del titolo dell’edizione 2019 dell’Earthbeat: “green is the new black”, che troverà concretizzazione in un festival plastic free, rispettoso, soprattutto in relazione alle date dell’Earthbeat Moorgia Sunset, dei palcoscenici naturali che ospiteranno tali eventi, contribuendo a consolidare la cultura della tutela del territorio che sta, sempre più, anche grazie a manifestazioni come l’Earthbeat, permeando tutte le attività della vita quotiidiana.

Per qualsiasi info su biglietti ed eventi non esitate a contattarci!